Jack Russell Terrier

Le origini del Jack Russell Terrier

Il Jack Russell Terrier ebbe origine in Inghilterra nel XIX° secolo, grazie agli sforzi del Rev. John Russell. Egli creò una razza di Fox Terrier per soddisfare la necessità di avere un cane che corresse con i suoi Foxhound e potesse stanare la volpe e gli altri selvatici. Se ne svilupparono due varietà dagli Standard fondamentalmente simili tranne che per alcune differenze riguardanti per lo più l’altezza e le proporzioni. Il tipo più alto, dalla costruzione più quadrata, è ora conosciuto come Parson Russell Terrier, mentre quello più basso, in proporzione leggermente più lungo, è conosciuto come Jack Russell Terrier.

LE ORIGINI

Caratteristiche Jack Russell Terrier

Scopri la storia, le origini emaggiori dettagli del Jack Russell Terrier, un animale sveglio e attivo con espressione acuta e intelligente. Audace e senza paura, amichevole ma abbastanza sicuro.

Energia e Vitalità 90%
Intelligenza e Addestrabilità 85%
Socialità e Affettuosità 95%
Curiosità e Vivacità 95%
Attitudine alla Caccia e Allerta 65%
TESTA
Cranio: deve essere piatta, di larghezza moderata che diminuisce gradatamente fino agli occhi, e si ristringe in un ampio muso.
Stop: ben definito ma non esageratamente pronunciato.
MUSO
Tartufo: nero.
Muso: la lunghezza dallo stop al tartufo dovrebbe essere leggermente inferiore della distanza fra lo stop e l'occipite.
Labbra: molto aderenti e pigmentate di nero.
Mascella/denti: mascelle molto forti, profonde, ampie e potenti. Denti forti con chiusura a forbice.
Guance: i muscoli delle guance (massetteri) dovrebbero essere ben sviluppati.
Occhi: piccoli e scuri, con espressione acuta. Non devono essere sporgenti e le palpebre devono aderire al bulbo oculare. Le rime palpebrali dovrebbero essere pigmentate di nero, a forma di mandola.
Orecchi: a bottone o ricadenti di buona tessitura e grande mobilità.
COLLO

Forte e pulito, che permette un buon portamento del capo

ARTI ANTERIORI
Spalle: ben oblique e non appesantite dai muscoli.
Braccio: di sufficente lunghezza e angolazione da permettere ai gomiti di posizionarsi sotto il corpo.
Avambraccio: diritto dal gomito alle dita dei piedi, da qualsiasi angolazione lo si veda.
Piedi anteriori: rotondi, duri, con buoni cuscinetti, non larghi, con dita moderatamente arcuate, non diretti in fuori né in dentro.
ARTI POSTERIORI
Apparenza generale: forti e muscolosi, ben bilanciati con l'anteriore.
Ginocchio: ben angolato.
Garretto: corto
Metatarsi: paralleli se visti dal dietro in stazione naturale.
Piedi posteriori: rotondi, duri, con buoni cuscinetti, non larghi, con dita moderatamente arcuate, non diretti in fuori né in dietro
CORPO
Linea dorsale: orizzontale, la lunghezza dal garrese alla radice della coda è leggermente superiore dell'altezza dal garrese al suolo.
Rene: i reni dovrebbero essere corti, forti e molto muscolosi.
Torace: profondo più largo con buona distanza da terra. Lo sterno è a metà altezza fra il garrese e il suolo.
Le costole dovrebbero partire subito ben cerchiate e si appiattiscono ai lati
così che il perimetro dietro ai gomiti può essere misurato con due mani (da 40 a 43 cm circa).
La punta dello sterno è chiaramente anteriore alla punta della spalla (scaolo/omerale).
CODA
La coda può restare pendente a riposo.
In azione deve essere eretta e, se tagliata, la punta dovrebbe trovarsi allo stesso livello degli orecchi

Un Terrier vivace, sveglio e attivo con espressione acuta e intelligente. Audace e senza paura, amichevole ma abbastanza sicuro.

Cranio: Deve essere piatta, di larghezza moderata che diminuisce gradatamente fino agli occhi, e si ristringe in un ampio muso.


Stop: Ben definito ma non esageratamente pronunciato.

Tartufo: Nero

Muso: la lunghezza dallo stop al tartufo dovrebbe essere leggermente inferiore della distanza fra lo stop e l’occipite.


Labbra: molto aderenti e pigmentate di nero.


Mascella/denti: mascelle molto forti, profonde, ampie e potenti. Denti forti con chiusura a forbice.


Guance: i muscoli delle guance (massetteri) dovrebbero essere ben sviluppati.


Occhi: piccoli e scuri, con espressione acuta. Non devono essere sporgenti e le palpebre devono aderire al bulbo oculare. Le rime palpebrali dovrebbero essere pigmentate di nero, a forma di mandola.


Orecchie: a bottone o ricadenti di buona tessitura e grande mobilità.

Forte e pulito, che permette un buon portamento del capo

Linea dorsale: orizzontale, la lunghezza dal garrese alla radice della coda è leggermente superiore dell’altezza dal garrese al suolo.


Rene: i reni dovrebbero essere corti, forti e molto muscolosi.


Torace: profondo più largo con buona distanza da terra. Lo sterno è a metà altezza fra il garrese e il suolo. Le costole dovrebbero partire subito ben cerchiate e si appiattiscono ai lati così che il perimetro dietro ai gomiti può essere misurato con due mani (da 40 a 43 cm circa). La punta dello sterno è chiaramente anteriore alla punta della spalla (scaolo/omerale).

La coda può restare pendente a riposo. In azione deve essere eretta e, se tagliata, la punta dovrebbe trovarsi allo stesso livello degli orecchi

Spalle: ben oblique e non appesantite dai muscoli.


Braccio: di sufficente lunghezza e angolazione da permettere ai gomiti di posizionarsi sotto il corpo.


Avambraccio: diritto dal gomito alle dita dei piedi, da qualsiasi angolazione lo si veda.


Piedi anteriori: rotondi, duri, con buoni cuscinetti, non larghi, con dita moderatamente arcuate, non diretti in fuori né in dentro.

Apparenza generale: forti e muscolosi, ben bilanciati con l’anteriore.


Ginocchio: ben angolato.


Garretto: corto


Metatarsi: paralleli se visti dal dietro in stazione naturale.


Piedi posteriori: rotondi, duri, con buoni cuscinetti, non larghi, con dita moderatamente arcuate, non diretti in fuori né in dietro

Andatura/movimento: fermo, libero ed elastico.


Mantello: il pelo può essere liscio, spezzato o ruvido. Deve essere impermeabile. I mantelli non devono essere manipolati (stripping profondo) per apparire lisci o spezzati. Il colore ha una dominanza di bianco, con macchie nere e/o color fuoco. Le macchie color fuoco possono variare dal fulvo più chiaro al più intenso (castagno).
Taglia e peso: l’altezza ideale va da 25 a 30 cm; il peso ideale è di 1kg/5cm.


Difetti: qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto, e la severità con cui questo difetto va penalizzato deve essere proporzionata al suo grado e al suo effetto sulla salute del canee la sua abilità a svolgere i suoi lavori tradizionali. Mancanza di vere caratteristiche Terrier, mancanza di armonia, cioè esagerazioni in qualsiasi parte. Movimento forzato o insicuro Dentature difettose